elezioni 2018

 

Lo scollamento tra la politica ed il vivere dei cittadini ha portato lo sconquasso dei partiti tradizionali. Lega e 5 stelle hanno vinto, pur non avendo la maggioranza, grazie a promesse di giustizia sociale.

L'intenzione Ŕ buona, la praticabilitÓ appare impossibile, dicono gli opinionisti, in quanto scatenerebbero le ire del liberismo globalizzatore, che d'altro canto possiede il potere di farcela pagare.

Di questo e di scambio di poltrone e favori per dare avvio alla nuova legislatura parlano giornali e reti televisive.

TUTTI RICONOSCONO IL MALESSERE, TUTTI RICONOSCONO IL DISTACCO TRA LA POLITICA ED IL VIVERE REALE, TUTTI RICONOSCONO LA NECESSITA' DI DOVER DISTRIBUIRE CON GIUSTIZIA LA RICCHEZZA PRODOTTA ... MA NON SANNO COME FARE  E COSA FARE.

 Le alleanze tra i vincitori sembrano impossibili.

Di lÓ di tutte le parole dette e sentite, non hanno compreso che la giustizia sociale non esiste, non Ŕ mai esistita e non ha da esistere.

Tutti dicono, tutti affermano, tutti bocciano, nessuno riconosce il problema reale ed avanza proposte fattibili.

La sola possibilitÓ di uscire dall'impasse che porterÓ in un futuro prossimo a scontri sociali violenti sono:

1- Agli evasori ed ai furfanti, ai furbi ... pi¨ che la galera, che nessuno fa salvo alcuni poveri martiri, bisogna condannarli al sequestro di tutti i beni personali e famigliari.

2- I privilegi delle caste vanno azzerati, anche per chi li gode causa il passato. Questo anche contrariamente alla decretazione dei giudici. Gli stessi fanno parte della casta.

3- Gli sipendi pubblici e privati non devono essere superiori a sei volte il reddito di povertÓ.

4- Devono esseri penalizzati con il sequestro di tutti i beni personali e famigliari, chi fa un doppio lavoro pubblico o privato che supera dfi sei volte il reddito di povertÓ.

 

Questa sarebbe la vera rivoluzione che la cittadinanza chiamata a votare  vorrebbe. E non sarebbe per nulla contro i poteri internazionali che stanno a guardare, ma la corretta e giusta forma politica di uno stato fra gli stati.

23\03\2018

 

ritorna al sito: rivolta globale

adriano53s@hotmail.com